Innovazione digitale cercasi: economica, giovane e molto, molto compiacente

di Alessandro Carosio

“A che punto siete con l’innovazione digitale? “

Cinque secondi di assoluto imbarazzante silenzio; attimi in cui rimpiansi di aver fatto la domanda;avrei dovuto chiedere QUALSIASI ALTRA COSA.

“Abbiamo un sito, ah sì, siamo sui social! c’è uno giovane che li gestisce giù al piano terra…si occupa di web, consegne e Facebook, Youtube, quelle robe lì insomma….” Pausa.  “Ma sì, a noi basta uno smanettone che metta i post ogni tanto, gli dico io cosa metter su. Dobbiamo vendere, mica star qui a giocare…”. Reclinò la sedia all’indietro, inspirando soddisfatto. E mi fissò per altri cinque secondi, in cui intercettai un sorriso sornione. La sapeva lunga lui.

Questo qualche anno fa, solo una spicciolata di anni fa. Il diktat? Vendere! e poi, forse, trovare soluzioni al non saper più vendere come prima: in quel preciso momento mi resi conto di trovarmi davanti ad una fotografia molto comune anche in Italia.

Oggi. Il MISE stima che, guardando alle PMI (fino a 50 dipendenti), e che rappresentano la stragrande maggioranza delle imprese italiane, solo il  24,4% di esse abbiano già adottato almeno una tecnologia 4.0.  Propositi per il futuro? Solo il 10% delle PMI italiane prevede di introdurre almeno una tecnologia 4.0 nel prossimo triennio, ma la percentuale sale al 35,1% tra quelle oltre i 250 dipendenti e crolla al 7,9% tra quelle entro i dieci.

Sempre oggi sorrido leggendo su  Linkedin come tutti i cappellai del marketing (veri e purtroppo anche sedicenti) si attivino nel parlare di digitalizzazione, retail, employability,innovazione digitale tra impresa e mercato, bitcoin, etc etc etc… Testimoniano entusiasticamente la propria presenza a meeting, fiere, congressi, riunioni di condominio e fiere della polenta concia con tanto di selfie sulla sfocata slide che nessuno riuscirebbe a mettere a fuoco nemmeno con strumenti della NASA. Immersi tra cartelloni, foto, altrui convegni e foto bucoliche che dirvi? Bravi! Di più!

La domanda comunque è sempre la stessa: oggi, in Italia, nel 2019, l’approccio e la vision hanno davvero subito delle modifiche sostanziali? È semplicemente un problema di investimenti o c’è molto di meno dietro? Ma sopratutto…e domani?

#oommconsulting
#oomm
#innovazionedigitale