La dieta time management: nascono i time coach OOMM

di Gian Luca Teppati

Il Time Management  è tornato di moda!

Ho cominciato a trattare questo tema almeno 30 anni fa avendo lavorato per la Time Manger International, azienda Danese il cui CEO Claus Moller  inventò il mitico TIME MANAGER, strumento cartaceo ideato e strutturato per gestire al meglio il proprio tempo. Attenzione guai chiamarlo “agenda” la casa madre non voleva: era uno strumento manageriale che ricordava vagamente il breviario di un prete. Plotoni di manager sono venuti ai miei corsi e mi chiedo quanti lo stiano usando ancora : Obiettivi, Aree Chiave, Compiti, Azioni matita, gomma e tanti moduli compilati. La nostra vita era tutta lì.

In 30 anni avremmo dovuto superare l’ostacolo: “gestione del tempo” e avere tramandato quell’attitudine del “pensare prima di agire” alle generazioni manageriali che hanno seguito la nostra. Ma pare che non sia così. Anzi, lo stress da mancanza di controllo sembra aumentato e tutti rincorrono ancora la saggezza di un’abile  gestione del tempo come ideale senza ahimè metterlo in pratica. Il fare vince ancora sul pensare.

La gestione del tempo richiede delle regole da rispettare con quotidiana  costanza. In altre parole, per avere dei risultati tangibili ci vogliono costanza, disciplina e dedizione. E’ come mettersi a dieta, rinunciare alle piacevolezze di un cibo che ingrassa, mangiare sano e poco. Vino escluso. E’ veramente difficile abbandonare ciò che piace e accettare ciò che non piace almeno finchè non si vedono i primi kili persi. Con la gestione del tempo è la stessa cosa: passare dal “dolce” fare e basta al seguire un percorso scadenziato fatto di obiettivi, compiti e attività è cosa veramente ardua almeno fino a che non si riescono a mettere a fuoco i primi benefici raggiunti.

L’ideale collettivo sarebbe essere tonici sia fisicamente sia mentalmente.

Se decidiamo, per tanto, di percorrere una strada accompagnata da un “tic-tac” costante dobbiamo innanzi tutto guardarci allo specchio e capire se realmente vogliamo migliorare in termini di efficacia ed efficienza. Quali sarebbero I principali  benefici della dieta TIME MANAGEMENT?

  1. Potere dare le priorità alle cose che dobbiamo fare.
  2. Stabilire quanto tempo disponibile abbiamo (attenzione: da non confondere col tempo libero)
  3. Avere sotto controllo non solo ciò che facciamo ma anche ciò che il nostro team fa
  4. Rispettare le scadenze
  5. Avere una visione dall’alto
  6. Prendere decisioni con cognizione di causa
  7. Abbassare Stress, Irritabilità e senso di affaticamento.
  8. Favorire il pensiero creativo.

I vantaggi sono reali e molteplici ma vi do un consiglio dopo un corso sulla gestione del tempo, fatevi seguire da un “TIME COACH” OOMM che abbinerà alla teoria (indispensabile) appuntamenti programmati in cui verificherete con lui/lei i vostri progressi, scioglierete i vostri dubbi e trasformerete un desiderio di miglioramento in risultati concreti e costanti nel … tempo.